Expert IMU


Gestione professionale adempimenti IMU:
  • Calcolo IMU e stampa del modello F24
  • Stampa della dichiarazione IMU
  • Archivio delle aliquote di tutti i comuni italiani

Tutte le novità della versione 2020

Versione 9.01m

  • Aggiornamento della banca dati delle aliquote IMU per l'anno 2020 (1320 nuove delibere introdotte)
Versione 9.01l

  • Possibilità di specificare per ogni singolo immobile se il calcolo dell'acconto è stato fatto utilizzando le aliquote già deliberate per il 2020 (possibilità espressamente prevista dalla circolare 1/DF del 18 marzo 2020): "A questo proposito, occorre evidenziare che se al momento del versamento dell'acconto risulta che il comune già abbia pubblicato sul sito www.finanze.gov.it, le aliquote IMU applicabili nel 2020, il contribuente può determinare l'imposta applicando le nuove aliquote pubblicate"
Versione 9.01i

  • Aggiornamento della banca dati delle aliquote IMU per l'anno 2020 (5830 nuove delibere introdotte)
Versione 9.01h
Versione 9.01g

  • Adeguamento del calcolo del ravvedimento operoso per le scadenze del 16 giugno e del 16 dicembre
  • Adeguamento del software ai nuovi coefficienti per i fabbricati del gruppo D, non iscritti in catasto ed interamente posseduti da imprese (Decreto MEF del 10 giugno 2020, in attesa di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale)
  • Nuova opzione in "Strumenti | Impostazioni generali | Altre preferenze": "Aggiungi nome contribuente alle stampe", attivando la quale i file prodotti dal software saranno denominati ad esempio "F24 - ACCONTO 2020 (ROSSI PAOLO)"
Versione 9.01f

  • Aggiornamento della banca dati delle aliquote IMU per l'anno 2020 (139 nuove delibere introdotte)
  • Modificata ripartizione fra quota statale e quota comunale nel calcolo dell'acconto per gli immobili produttivi, categoria D, in caso di applicazione del comma 762 dell'art. 1 della Legge 160/2019 ed in presenza di TASI dovuta per l'anno 2019.

    Il calcolo verrà eseguito come nell'esempio seguente:

    - immobile in comune di Sassari.
    - IMU dovuta per il 2019: Euro 900 (aliquota 0,90%)
    - TASI dovuta per il 2019: Euro 150 (aliquota 0,15%)

    L'IMU dovuta per il 2020 sarà pari a (Euro 900 + Euro 150) / 2 = Euro 525.

    La quota riservata allo stato sarà pari a:

    Euro 525 x 0,76 / 1,05 = Euro 380

    mentre la parte riservata al comune sarà pari a Euro 145.
Versione 9.01e

  • Istituzione del codice tributo 3939 denominato "IMU - imposta municipale propria per i fabbricati costruiti e destinati dall'impresa costruttrice alla vendita - COMUNE" in conformità alla Risoluzione ADE n. 29/E del 29 maggio 2020
  • Aggiunta la possibilità di esportare il Modello F24 per la trasmissione tramite Entratel/Fisconline. Per impostare i dati dell'intermediario si può utilizzare la funzione "Strumenti | Tabelle di sistema | Tabella intermediari"
  • Aggiornamento della banca dati delle aliquote IMU per l'anno 2020 (57 nuove delibere introdotte)
Versione 9.01d

  • Aggiornamento della banca dati delle aliquote IMU per l'anno 2020 (371 nuove delibere introdotte)
Versione 9.01c

  • Migliorata la routine di importazione dati da versioni molto vecchie di Expert IMU & TASI
Versione 9.01b

  • La sezione "Unità immobiliari" comprende ora una prima colonna che riporta il numero progressivo dell'unità stessa
Versione 9.01a

  • Aggiornamento della banca dati delle aliquote IMU per l'anno 2020 (121 nuove delibere introdotte)
Versione 9.01

  • Adeguamento del software alla "Nuova IMU" regolamentata dalla Legge 27 dicembre 2019, n. 160, art. 1, commi da 739 a 783, come di seguito elencato.
  • Il comma 762 dell'art. 1 della Legge 160/2019 prevede che per il 2020 l'acconto dovrà essere uguale al 50% di quanto versato nel 2019 per IMU e TASI.
    Utilizzando la funzione "Operazioni | Importa dati da Expert IMU & TASI 2019", verranno inseriti in appositi campi all'interno della sezione "Dettaglio immobile" gli importi dovuti per l'IMU e la TASI nel 2019 (tali importi dovranno essere imputati manualmente per i nuovi immobili introdotti). La modalità standard per il calcolo dell'acconto è quella prevista dal comma 762. Si potranno invece utilizzare le aliquote comunali (e quindi utilizzare le modalità alternative previste dalla circolare 1/DF del 2020) togliendo il segno di spunta dal flag "Acconto calcolato sulla base di IMU e TASI versate nel 2019".
  • Il comma 761 dell'art. 1 della Legge 160/2019 prevede che "L'imposta è dovuta per anni solari proporzionalmente alla quota e ai mesi dell'anno nei quali si è protratto il possesso. A tal fine il mese durante il quale il possesso si è protratto per più della metà dei giorni di cui il mese stesso è composto è computato per intero. Il giorno di trasferimento del possesso si computa in capo all'acquirente e l'imposta del mese del trasferimento resta interamente a suo carico nel caso in cui i giorni di possesso risultino uguali a quelli del cedente. A ciascuno degli anni solari corrisponde un'autonoma obbligazione tributaria." In altri termini:

    Per i mesi di 28 o 29 giorni:
    - IMU mensile a carico del venditore se il trasferimento avviene dopo il giorno 15 del mese
    - IMU mensile a carico dell'acquirente se il trasferimento avviene entro il giorno 15 del mese

    Per i mesi di 30 o 31 giorni:
    - IMU mensile a carico del venditore se il trasferimento avviene dopo il giorno 16 del mese
    - IMU mensile a carico dell'acquirente se il trasferimento avviene entro il giorno 16 del mese
  • La circolare 1/DF del 2020 prevede che per i "Fabbricati rurali strumentali" e per i c.d. "Beni merce", nel caso non si voglia adottare come modalità di calcolo dell'acconto quella prevista per il 2020 dal comma 762 dell'art. 1 della Legge 160/2019, l'aliquota da applicarsi - se nel frattempo i comuni non hanno deliberato in materia - è quella base, pari allo 0,1% (così fissata dai commi 750 e 751). Nel database delle aliquote tali fattispecie sono state quindi impostate di conseguenza
  • Il comma 767 dell'art. 1 della Legge 160/2019 prevede che il comune debba deliberare e pubblicare sul sito internet del Dipartimento delle finanze del Ministero dell'economia e delle finanze le aliquote ed i relativi regolamenti entro il 28 ottobre perché esse abbiano effetto per l'anno in corso
  • Aggiornamento della banca dati delle aliquote IMU per l'anno 2020 (464 nuove delibere introdotte)
Pagina 1 di 15 (435 novità)Prev1234567131415Next
Versione: 9.01m
 -Aggiornamento della banca dati delle aliquote IMU per l'anno 2020 (1320 nuove delibere introdotte)
Versione: 9.01l
 -Possibilità di specificare per ogni singolo immobile se il calcolo dell'acconto è stato fatto utilizzando le aliquote già deliberate per il 2020 (possibilità espressamente prevista dalla circolare 1/DF del 18 marzo 2020): "A questo proposito, occorre evidenziare che se al momento del versamento dell'acconto risulta che il comune già abbia pubblicato sul sito www.finanze.gov.it, le aliquote IMU applicabili nel 2020, il contribuente può determinare l'imposta applicando le nuove aliquote pubblicate"
Versione: 9.01i
 -Aggiornamento della banca dati delle aliquote IMU per l'anno 2020 (5830 nuove delibere introdotte)
Versione: 9.01h
 -Ravvedimento operoso. Introdotta la possibilità di inserire - all'interno della pagina di calcolo - le eventuali nuovi scadenze dell'acconto e/o del saldo deliberate dal comune per quella fattispecie, come meglio illustrato nella seguente scheda tecnica:

Ravvedimento operoso: il comune ha deliberato una scadenza diversa rispetto a quelle definite per legge (16 giugno e 16 dicembre). Come posso effettuare il calcolo del ravvedimento operoso tenendo conto delle nuove date?
Versione: 9.01g
 -Adeguamento del calcolo del ravvedimento operoso per le scadenze del 16 giugno e del 16 dicembre
 -Adeguamento del software ai nuovi coefficienti per i fabbricati del gruppo D, non iscritti in catasto ed interamente posseduti da imprese (Decreto MEF del 10 giugno 2020, in attesa di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale)
 -Nuova opzione in "Strumenti | Impostazioni generali | Altre preferenze": "Aggiungi nome contribuente alle stampe", attivando la quale i file prodotti dal software saranno denominati ad esempio "F24 - ACCONTO 2020 (ROSSI PAOLO)"
Versione: 9.01f
 -Aggiornamento della banca dati delle aliquote IMU per l'anno 2020 (139 nuove delibere introdotte)
 -Modificata ripartizione fra quota statale e quota comunale nel calcolo dell'acconto per gli immobili produttivi, categoria D, in caso di applicazione del comma 762 dell'art. 1 della Legge 160/2019 ed in presenza di TASI dovuta per l'anno 2019.

Il calcolo verrà eseguito come nell'esempio seguente:

- immobile in comune di Sassari.
- IMU dovuta per il 2019: Euro 900 (aliquota 0,90%)
- TASI dovuta per il 2019: Euro 150 (aliquota 0,15%)

L'IMU dovuta per il 2020 sarà pari a (Euro 900 + Euro 150) / 2 = Euro 525.

La quota riservata allo stato sarà pari a:

Euro 525 x 0,76 / 1,05 = Euro 380

mentre la parte riservata al comune sarà pari a Euro 145.
Versione: 9.01e
 -Istituzione del codice tributo 3939 denominato "IMU - imposta municipale propria per i fabbricati costruiti e destinati dall'impresa costruttrice alla vendita - COMUNE" in conformità alla Risoluzione ADE n. 29/E del 29 maggio 2020
 -Aggiunta la possibilità di esportare il Modello F24 per la trasmissione tramite Entratel/Fisconline. Per impostare i dati dell'intermediario si può utilizzare la funzione "Strumenti | Tabelle di sistema | Tabella intermediari"
 -Aggiornamento della banca dati delle aliquote IMU per l'anno 2020 (57 nuove delibere introdotte)
Versione: 9.01d
 -Aggiornamento della banca dati delle aliquote IMU per l'anno 2020 (371 nuove delibere introdotte)
Versione: 9.01c
 -Migliorata la routine di importazione dati da versioni molto vecchie di Expert IMU & TASI
Versione: 9.01b
 -La sezione "Unità immobiliari" comprende ora una prima colonna che riporta il numero progressivo dell'unità stessa
Versione: 9.01a
 -Aggiornamento della banca dati delle aliquote IMU per l'anno 2020 (121 nuove delibere introdotte)
Versione: 9.01 (Continua nella prossima pagina)
 -Adeguamento del software alla "Nuova IMU" regolamentata dalla Legge 27 dicembre 2019, n. 160, art. 1, commi da 739 a 783, come di seguito elencato.
 -Il comma 762 dell'art. 1 della Legge 160/2019 prevede che per il 2020 l'acconto dovrà essere uguale al 50% di quanto versato nel 2019 per IMU e TASI.
Utilizzando la funzione "Operazioni | Importa dati da Expert IMU & TASI 2019", verranno inseriti in appositi campi all'interno della sezione "Dettaglio immobile" gli importi dovuti per l'IMU e la TASI nel 2019 (tali importi dovranno essere imputati manualmente per i nuovi immobili introdotti). La modalità standard per il calcolo dell'acconto è quella prevista dal comma 762. Si potranno invece utilizzare le aliquote comunali (e quindi utilizzare le modalità alternative previste dalla circolare 1/DF del 2020) togliendo il segno di spunta dal flag "Acconto calcolato sulla base di IMU e TASI versate nel 2019".
Pagina 1 di 15 (435 novità)Prev1234567131415Next